Nessun partito italiano ha intenzione di difendere la Sicilia o di far cambiare le cose.

Con una legge truffa ci è stato tolto il diritto di voto a queste elezioni politiche.

Per noi siciliani c'è sempre il destino di colonia, con le nostre ricchezze depredate, i nostri giovani costretti a scappare, la vecchia politica immobile.

Noi non ci stiamo, non riconosciamo e non vogliamo dare legittimità a questo Stato che occupa illegittimamente e iniquamente la Sicilia, abbandonandola ai comitati d'affari.

Noi non stiamo a casa, noi ci andiamo a votare. Così:

_

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn