DeLuca SIndqco

PALERMO - “Oggi Messina ha una grande opportunità: un sindaco slegato dai partiti italiani, un sindaco dalle mani libere, con orientamento sicilianista, che può fare realmente gli interessi della città”. Lo dice il segretario dei “Siciliani liberi”, Ciro Lomonte.

“Il nostro partito è disponibile a un dialogo costruttivo, a partire dai propri punti programmatici che riguardano la città - aggiunge Lomonte - Bisogna sviluppare Messina rispettandone la vocazione marittima e commerciale. Bisogna valorizzare il ‘marchio’ Messina a partire dalla sua identità e dalla sua cultura. La città del Faro è stata straordinariamente ricca e bella, fino al 1908, anche a motivo del suo essere valorosa sentinella della nostra libertà”.

Gli indipendentisti “ritengono che le espressioni autenticamente civiche e territoriali rappresentino il futuro per il governo della nostra isola”. “Dialogando con esse il Movimento intende proseguire un percorso politico che permetta alla Sicilia di emanciparsi da tutti i partiti italiani, da sempre a trazione nordista e mai sinceramente al servizio del bene dei siciliani - sostiene Lomonte - È il momento della responsabilità, è ora che i siciliani alzino la testa. Ogni giorno un numero sempre maggiore di cittadini, adesso di messinesi, si rende conto che solo i siciliani possono fare gli interessi dei siciliani”.

 

 

_

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn