Carissimi tutti, 
Domenica 08/05/2016 , insieme al nostro Presidente Massimo Costa, e Antonella Pititto,

saremo a Ragusa per l'inaugurazione dei Circoli di " Siciliani Liberi "di 
Ragusa, Comiso, Pozzallo, Ispica e Modica.

Rivolgo un invito a quanti, oltre naturalmente agli interessati, ai rappresentanti di altri Circoli e chiunque altro, amici, simpatizzanti di Agrigento, Gela, Licata, S. Croce Camerina, Scoglitti, etc. o ancora semplicemente cittadini desiderosi di saperne di più di "Siciliani Liberi". 
La circostanza ci consentirà di poter parlare dei progetti e dei programmi che il nostro movimento Siciliani Liberi, ha preparato per la nostra Sicilia.
Attiviamoci tutti, affinché sia un grande incontro e una grande festa.

13096006 10207750057762129 2034764845807062897 n

Siamo rimasti stupiti nel leggere l'intervista a Live Sicilia del candidato M5S alla Presidenza della Regione. Ha parlato di tutto (forse pure troppo) dimenticando di entrare nel merito della questione finanziaria e dei furti dello Stato. Come mai? Le nostre domande e le risposte dovute. Alla Sicilia. 

Festa del lavoro? Ma quale lavoro? Quello che non c'è. Non abbiamo nulla da festeggiare perché in Sicilia manca il 'festeggiato'. E continuerà a mancare fino a quando resteremo succubi dei Governi nazionali che ci depredano  

 

Ovunque vada, ad accoglierlo trova sonore proteste. Stamattina a Catania, c'eravamo anche noi tra i siciliani che non si bevono la propaganda e che non si arrendono ad un Governo nazionale che tratta la Sicilia come la peggiore delle colonie...

Siciliani Liberi apprende dalla stampa della "due giorni" in Sicilia di Matteo Renzi, per i c.d. "Patti" per Palermo e per Catania. Briciole per campagne elettorali in cambio di furti miliardari. Con quale faccia di bronzo il Presidente del Consiglio che ha calpestato più di ogni altro i nostri diritti viene proprio in Sicilia? Che viene a fare?

libert personale coaching

Non ci verrà concesso nulla, non ci verranno date opportunità, non potremo progettare un futuro per i nostri figli. 
L'ordito è fin troppo semplice, elementare direi, tanto quanto le intelligenze degli attori in campo. 
Si deve dimostrare, che la Sicilia è ingovernabile per poterla commissariare. 
I predoni sono pronti a sostituire gli ascari che fin qui, li hanno degnamente rappresentati. 
Le ricchezze e le risorse sono a portata di mano. 
I nostri diritti, i nostri interessi, le nostre rivendicazioni, resteranno disattesi e inascoltate. 
I nostri sogni resteranno tali se non avremo il coraggio di agire
Nessuno verrà a salvarci, non ci sarà nessun liberatore.