Firma la petizione!

Ancora una volta i diritti dei Siciliani sono calpestati: l’art. 22 dello Statuto prevede che un rappresentante della Regione partecipi alla regolamentazione dei servizi aerei (rappresentante mai nominato), mentre il  Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea, garantisce la continuità territoriale per le Regioni insulari con tariffe calmierate. La Sicilia è l’unica isola in Europa che non ne gode. Chiediamo al Presidente della Regione di fare valere i diritti che ci spettano!

 

Inserisci i tuoi dati, leggi la petizione e clicca sul tasto arancione FIRMA LA PETIZIONE. Non dimenticare di confermare i tuoi dati tramite il link nell’email che riceverai!

Infine condividila con i tuoi contatti!

Tuteliamo il diritto alla continuità territoriale dei Siciliani

Di fronte alle discriminazioni sui costi dei trasporti aerei da e per la Sicilia noi diciamo basta.
Quello che chiediamo non è un privilegio ma un diritto garantito dalla Costituzione e dai Trattati europei.
Lo Statuto speciale della Regione siciliana, che è parte integrante della Costituzione italiana, all’art. 22 dice esplicitamente che «La Regione ha diritto di partecipare con un suo rappresentante, nominato dal Governo regionale alla istituzione e regolamentazione dei servizi nazionali di trasporti aerei che possano comunque interessare la Regione». Tale compito, da cui derivano i costi dei trasporti, spetta oggi all’Enac, presso cui la Regione non ha mai inviato un rappresentante per rappresentare e tutelare gli interessi dei Siciliani.
Il Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea, ancora, garantisce la continuità territoriale per le Regioni insulari ai sensi dell’art. 174. Il Parlamento europeo ha votato nel 2016 una risoluzione per rendere operativa questa previsione. Tutte le regioni insulari dell’UE, per non parlare delle Isole che hanno dignità di Stato membro, TRANNE LA SICILIA, hanno garanzie di tariffe calmierate per i voli da e per le Isole, considerate un elementare diritto di cittadinanza.
Di fronte a questa sperequazione ed ingiustizia, non possono essere tollerate ulteriormente le speculazioni sui voli aerei, né promesse “ridotte”, che suonano quasi offensive, in cui le agevolazioni sono ristrette solo ad alcuni voli, solo ad alcuni aeroporti, o - peggio ancora - sottomesse al ricatto del modello ISEE, ciò che equivale l’elusione generalizzata di un sacrosanto diritto all’infuori di una ristrettissima cerchia persone.
Per questo motivo chiediamo con forza che il Presidente della Regione:
- CONVOCHI, senza altro indugio, i Ministeri competenti, perché si facciano promotori di tutte le iniziative che rendano efficace questo diritto;
- SI FACCIA PROMOTORE IN ASSEMBLEA di una Legge-voto, ai sensi dell’art. 18, da trasmettere una volta approvata al Parlamento nazionale, che renda effettivo e generalizzato il diritto dei Siciliani alla continuità territoriale;
- NOMINI il rappresentante siciliano presso l’ENAC, dando allo stesso ente disposizioni operative per raccordarsi con lo stesso rappresentante per tutte le materie di interesse per i cittadini residenti nel territorio della Regione Siciliana.

**la tua firma**

784 firme = 16% dell'obiettivo
0
5,000