Presidente

Armando Melodia, nato a palermo il 5 febbraio 1951 quinto di nove fratelli, felicemente sposato da oltre quarant’anni e orgoglioso padre di una figlia.

Si è diplomato perito chimico industriale nel 1973, è emigrato a Torino in cerca di lavoro. In quella città ha conseguito il titolo di tecnico di laboratorio medico e ricerche cliniche grazie al quale ha trovato occupazione all’istituto Gaslini di Genova dove ha lavorato in laboratori di ricerca nel campo dell’oncologia pediatrica. Questa attività svolta in un cosiddetto IRCCS (Istituto di Ricerca e Cura a Carattere Scientifico) gli ha consentito di accumulare un discreto bagaglio di pubblicazioni scientifiche in riviste nazionali e internazionali, che hanno riguardato anche l’informatica clinica, settore nel quale, nel frattempo, ha acquisito particolari competenze. Nel 1990 ha scelto di ritornare a Palermo dove, da dipendente del Servizio Sanitario Nazionale, specificatamente dell’ospedale Cervello, ha lavorato presso il laboratorio di colture cellulari dell’Istituto di Fisiopatologia Respiratoria del CNR. Dal 2001 ha svolto presso lo stesso ospedale attività di coordinamento e di organizzazione logistica presso la farmacia, collaborando alla implementazione del sistema informatico aziendale. Dal 2016 è andato in pensione.
La sua esperienza politica inzia nel 1976 con l’iscrizione al PCI partito del quale segue tutte le metamorfosi fino al 2008 quando esce dall’appena nato PD. Non ha mai ricoperto incarichi pubblici nè è stato candidato. Ha svolto attività sindacale nella CGIL fino al 1999. Nel 2011 entra nel Partito del Sud – meridionalisti progressisti – e, per questo partito , nel 2012 è candidato al consiglio comunale di Palermo in una lista con Fabrizio Ferrandelli candidato sindaco. Nel 2015 la svolta indipendentista e la partecipazione al comitato promotore di Sicilia Nazione da cui esce insieme a Antonella Pititto e Massimo Costa per fondare Siciliani Liberi il 3 gennaio 2016.
Per Siciliani Liberi nel 2017 è stato candidato sia alle elezioni comunali di Palermo, sia alle elezioni regionali ed ha curato le attività dei comitati elettorali. Ha ricoperto la carica vice segreterio vicario.