10 miliardi di euro rubati

La Sicilia è ricca di risorse: prodotti agricoli eccellenti, paesaggi mozzafiato ed il popolo siciliano, con un cuore grande così.

Eppure la Sicilia è povera ed i giovani scappano

Questo perchè lo Statuto Siciliano, che assegna diritti e doveri alla Sicilia, è stato attuato a metà. È stata realizzata solo la parte dei doveri, i diritti se li è tenuti l’Italia.
Lo Statuto assegna alla Sicilia la gestione di quasi tutte le funzioni pubbliche, che nel resto d’Italia svolge lo Stato,ed anche le entrate tributarie necessarie.

Le tasse dei Siciliani devono restare in Sicilia.

Questa parte dello Statuto è rimasta lettera morta. Irpef, Ires, Irap, in Sicilia nemmeno dovrebbero esistere, la Sicilia deve avere entrate proprie. Ma lo stato italiano queste entrate se le tiene strette, e la Sicilia ha a malapena i soldi per i servizi pubblici essenziali. Infrastrutture, ferrovie, autostrade? Per l’Italia possiamo aspettare, e lo facciamo da 70 anni.

I partiti italiani sono complici

Nessun politico siciliano è mai andato a Roma a chiedere l’attuazione dello statuto, nè di destra nè di sinistra. Perchè? Per salvare la poltrona. Perchè qualsiasi partito italiano, di fronte ad una richiesta del genere, gli avrebbe stroncato la carriera politica. Stai zitto e non creare problemi, che i siciliani possono aspettare.

Solo un partito Siciliano può attuare lo Statuto.

Ma dobbiamo essere tanti, dobbiamo alzare la testa e riprendere in mano il nostro destino.
Anche tu puoi liberare la Sicilia